CRITERI e AZIONI differenti per creare FILTRI in Virgilio Mail

Gestire la posta indesiderata attraverso i filtri

Molti dei messaggi in arrivo nella nostra casella di posta elettronica rappresentano per noi posta indesiderata: spam, avvisi promozionali e comunicazioni da mittenti non graditi. Un metodo efficace per organizzare la nostra messaggistica in arrivo è rappresentato dai cosiddetti “filtri”.

Cosa sono i filtri e a cosa servono

Nel campo dell’informatica i filtri sono un meccanismo di classificazione automatica dei messaggi in arrivo. Concretamente consistono in regole e/o condizioni fissate dall’utente le quali consentono al sistema di riconoscere la posta indesiderata. Il filtro -però- non impedisce che la posta venga recapitata: esso la classifica automaticamente e la sposta. La creazione di questo meccanismo ha uno schema preciso di sintassi.

Come si creano i filtri: l’iter sintattico

Una volta entrati nel proprio account di Virgilio Mail:

  1. cliccare sull’icona in alto a destra a forma di ingranaggio;
  2. selezionare IMPOSTAZIONI MAIL;
  3. andare nella sezione POSTA e poi FILTRI;
  4. selezionare AGGIUNGI UNA NUOVA REGOLA.

Si apre una nuova pagina con dei CAMPI da compilare:

  • NOME REGOLA: ogni filtro deve avere un nome differente;
  • CRITERI: con cui individuare i messaggi da spostare, cioé tenere conto del mittente, dell’oggetto, …;
  • AZIONE: si ordina al sistema cosa fare con le mail filtrate (metterle in una cartella apposita, …).

Leave a Comment