Estensioni native in arrivo per chi utilizza Gmail

 

E’ una linea di tendenza che sta prendendo sempre più piede: moltiplicare le funzioni e le possibilità offerte agli utilizzatori dei servizi di posta elettronica. Un obiettivo che si riesce a raggiungere in maniera ottimale quando si implementano le nuove funzioni direttamente all’interno del browser.

La prima fase: 3 estensioni

Gmail ha deciso di seguire questa strada, ponendosi così in una posizione di avanguardia rispetto ad altri operatori. In una prima fase, il servizio webmail di Google si arricchisce di 3 add on. Inizialmente queste estensioni saranno riservate solo agli utilizzatori professionali che si avvalgono della GSuite. Si tratta in un certo senso di una breve fase sperimentale, al termine della quale – già nelle prossime settimane – sono previste nuove funzionalità. Inoltre presto tutti i componenti aggiuntivi saranno resi disponibili anche all’utenza privata consumer.

I vantaggi

La comodità e il livello di arricchimento per gli utilizzatori di Gmail sono evidenti già a prima vista. Vale tuttavia la pena di rimarcare un aspetto, legato al fatto che gli add on sono resi disponibili in maniera nativa. Dato che le componenti aggiuntive sono integrate all’interno di Gmail, la loro possibilità di utilizzo risulta estremamente flessibile e ampia. Installato la prima volta l’add on, infatti, questo si renderà automaticamente disponibile e quindi utilizzabile non solo attraverso il nostro desk-top, ma anche quando si accede attraverso altri dispositivi (come, per esempio, uno smartphone Android o iPhone).

Considerando la rilevanza di Gmail (e il numero dei suoi utenti, consumer e business) non si rischia certo di sottovalutare l’importanza di questa evoluzione. C’è chi parla di “rivoluzione” e probabilmente non si tratta di un’esagerazione. In ogni caso è facile prevedere gli effetti di imitazione che si allargheranno a macchia d’olio in tutto il settore dei servizi webmail.

( via )

Leave a Comment