GMAIL Tocca quota 50 MB

Gmail raddoppia: gli utilizzatori del servizio di posta elettronica potranno infatti ricevere messaggi con allegati fino a ben 50 MB. Un rilevante upgrade (finora il limite era di 25 MB) che da oggi eleva ulteriormente la qualità di questo operatore, specie per chi non desidera utilizzare le grandi potenzialità del cloud storage, o semplicemente preferisce la massima comodità offerta appunto dal fatto di poter ricevere via e-mail allegati molto pesanti.

Occhio: vale solo “in entrata”

Attenzione però: il limite viene elevato solo per i messaggi in entrata, mentre per quelli in uscita resta in vigore la soglia massima precedente, appunto 25MB. Un livello che riesce comunque a soddisfare la maggior parte delle esigenze. In caso di necessità di invio particolari, che eccedano questo limite, non mancano comunque le scelte.

La soluzione per spedire

Pur restando all’interno di Gmail, è infatti possibile seguire i “consigli” del sistema, che in caso di sconfinamento degli allegati oltre la soglia dei 25MB indirizza l’utente verso l’utilizzo del programma Google Drive. In questo caso il limite diventa talmente elevato (5 GB) che, in pratica, per un’utenza anche sofisticata non esiste più.

La carta vincente

La novità, che rende Gmail molto concorrenziale, sarà molto gradita dall’utenza. Se infatti è certo che non mancano le alternative, è altrettanto sicuro che la possibilità di fare tutto all’interno di uno stesso ambiente semplifica la vita. E questa è sempre la carta vincente.

Leave a Comment