Implementazione e innovazione: le scelte di Microsoft

A partire dal primo Giugno 2015 saranno disponibili per tutti gli utenti delle novità interessanti per la piattaforma Outlook. L’azienda statunitense ha infatti l’intenzione di introdurre, su Outlook Web App e Outlook 2016 preview, la funzionalità denominata Clutter, che fa un cernita delle mail meno importanti e le sposta in una cartella separata. Inoltre, Microsoft ha deciso di rendere migliore l’integrazione tra Outlook Web App e OneDrive for Business.

In cosa consiste Clutter?

Clutter è un filtro smart che permetterà agli utenti di mantenere la propria casella di posta elettronica sempre in ordine, comportando un risparmio notevole a livello di organizzazione e di tempistiche. A tal proposito infatti, è stata stimata una media di circa 80 minuti risparmiati grazie all’utilizzo delle funzionalità del filtro Clutter.

Come funziona?

Questo sistema si basa sull’utilizzo di algoritmi di machine learning. In questo modo, Clutter sarà in grado di distinguere e di classificare automaticamente le mail che con ogni probabilità sarebbero comunque state scartate dall’utente. A questo punto verranno create delle cartelle, sempre automaticamente, dove sarà possibile ritrovare la posta che Clutter aveva selezionato e scartato.

Quando funzionerà?

A partire dal primo di giugno sarà impostato automaticamente ma sarà comunque possibile disattivarlo, direttamente dal pannello delle opzioni o diversamente tramite un comando PowerShell.

Migliorare l’esperienza utente

L’obiettivo di Microsoft è rendere più soddisfacente l’esperienza d’uso dei proprio utenti Outlook. Per raggiungere tale scopo è stato migliorato il sistema di notifica, sostituendo le notifiche inbox con avvisi che verranno inviati direttamente attraverso Clutter non appena procederà allo spostamente di nuovi tipi di e-mail per la prima volta.

Per favorire l’introduzione del sistema Clutter, l’azienda di Redmond ha deciso di migliorare notevolmente l’integrazione tra Outlook Web App e OneDrive for Business. Sarà possibile, infatti, salvare gli allegati ricevuti su Outlook Web App direttamente su OneDrive for Business. Facendo questo, Microsoft ha reso possibile usufruire dei files sia in Office che in Office Online.

Attraverso questi cambiamenti, Microsoft vuole aumentare il proprio appeal e cercare di scalare posizioni in un settore attualmente dominato da Google Inc.

Leave a Comment