POP3 o IMAP: differenze e soluzioni per la configurazione delle Email

POP3 e IMAP. Due parole che per molti sono poco decifrabili, ma sono all’ordine del giorno quando si parla di email. Per configurare su un nuovo dispositivo, che sia un computer, un tablet o uno smartphone, la ricezione di email su un client di posta elettronica, spesso viene chiesto se utilizzare come protocollo di comunicazione IMAP o POP3. Attraverso di essi sarà possibile accedere al proprio account di posta, in modo diverso.

Ma nello specifico, cosa stanno a significare? Ecco le differenze.

POP3 – Post Office Protocol

Nato agli albori della rete(1984), il Post Office Protocol, abbreviato POP3, permette di ricevere e scaricare le email direttamente sul dispositivo sul quale è stata installata l’applicazione o il programma specifico per il proprio account di posta elettronica. Con POP3, i messaggi saranno scaricati sull’hard disk del dispositivo che si utilizza per accedere. Nel momento in cui la posta è scaricata, essa verrà però cancellata dai server. Ciò significa che, accedendo da un altro dispositivo, i messaggi non saranno più visibili e non ci sarà la possibilità di leggerli neanche da altri client. Questo perché POP3 non permette la sincronizzazione, dunque esso si presenta molto utile solo per controllare e leggere le email dal proprio computer.

Come funziona POP3 e come attivarlo

Con POP3, il programma utilizzato per la posta elettronica, si connetterà al server recuperando tutti i messaggi, che saranno poi conservati in locale come posta non letta. Infine la posta sarà eliminata dal server principale, in modo definitivo. Alla fine del processo si disconnetterà.
Per attivare POP3 per configurare i client di posta, basterà seguire pochi semplici passaggi:

  • Accedere alle impostazioni dell’account di posta elettronica scelto;
  • Tra le varie opzioni cliccare su ‘Attiva POP’ o ‘Connetti con POP’;
  • Salvare le modifiche;

Una volta attivato il POP, accertarsi di avere a disposizione i seguenti dati:

  • Username e propria email;
  • Nemero della Porta:110;
  • Nome Server: pop.tuodominio.est

In questo modo sarà possibile aggiornare il proprio client con le ultime modifiche inserite.

IMAP – Interactive Message Access Protocol

Interactive Mail Access Protocol, abbreviato IMAP, nasce nel 1986. Esso, rispetto a POP3, si presenta molto diverso per quanto riguarda la gestione della posta. A differenza del primo infatti, con IMAP sarà possibile controllare la posta da tutti i dispositivi sui quali si è registrati. I messaggi infatti, non verranno cancellati una volta letti. Essi resteranno sul server e saranno memorizzati nella cache. In questo modo, accedendo, anche contemporaneamente, da diversi client, si avrà lo stesso la possibilità di accedere e modificare la propria posta.

Come funziona IMAP e come attivarlo

Con IMAP, il proprio programma di posta, si connetterà al server, richiederà il contenuto dei propri messaggi e li invierà e salverà nella cache. Quando l’utente leggerà, modificherà o segnerà il messaggio come non letto, tali modifiche saranno riprodotte anche sul server, in modo tale da comparire anche sugli altri dispositivi che saranno utilizzati.
Ecco come attivare e configurare il proprio client con IMAP:

  • Accedere alle impostazioni dell’account di posta elettronica;
  • Nelle opzioni cliccare su ‘Attiva IMAP’ o ‘Connetti con IMAP’;
  • Salvare.

Quando IMAP sarà attivo,bisognerà accertarsi di avere a disposizione e dunque controllare i seguenti dati:

  • Username e propria email;
  • Numero della Porta:143;
  • Nome Server: imap.tuodominio.est

Vantaggi e Svantaggi di POP3 e IMAP

POP3 è ideale per coloro che hanno a disposizione poco spazio nella propria posta elettronica. Salvando i messaggi sul proprio computer, si avrà infatti una migliore gestione dei messaggi. In più essi saranno disponibili alla lettura anche in assenza di internet. Lo svantaggio di POP3 riguarda solo l’impossibilità di potersi connettere alle email attraverso altri dispositivi. I messaggi sono e saranno sempre presenti localmente, sul primo apparecchio scelto.

IMAP è invece molto utile per coloro che hanno la necessità di connettersi alla casella di posta, da qualunque postazione si scelga. I messaggi saranno salvati e sincronizzati sul server. Dunque potranno essere disponibili sempre e dovunque. Rispetto a POP3, IMAP è molto più flessibile e moderno e può sfruttare al massimo le potenzialità che offrono i nuovi servizi di posta elettronica.
I suoi svantaggi riguardano lo spazio di posta a propria disposizione. Per non superare il limite posto dal server, sarà infatti necessario cancellare spesso i messaggi più vecchi e non utili.

Leave a Comment