I filtri di Tim Mail: un valido aiuto per gestire i messaggi in entrata

Il servizio Tim Mail offre agli utenti la possibilità di gestire la posta in arrivo secondo le proprie esigenze. E’ possibile, infatti, procedere al blocco di un contatto indesiderato, catalogare come spam messaggi specifici o organizzare la posta in entrata, attraverso l’ausilio di filtri prestabiliti.

Come aggiungere un filtro alla posta in arrivo

Aggiungere un filtro a un dominio specifico (o in conformità di criteri prescelti) è un’operazione semplice che richiede pochi passaggi.

Dopo aver eseguito l’accesso al Pannello di Tim Mail, in Impostazioni; Preferenze Mail>Filtri basterà fare click su Aggiungi.

Si aprirà una finestra pop up in cui è possibile fornire un nome e una descrizione del filtro, che sarà eliminabile o modificabile in qualsiasi momento. I filtri sono molto utili. Infatti, cancellano, ordinano e bloccano la posta in arrivo.

I filtri e le quattro azioni principali

Attraverso la scelta dei filtri, l’utente potrà scegliere tra quattro azioni principali:

  • Sposta in: permette di smistare i messaggi in arrivo in una cartella designata
  • Inoltra a: permette di inviare una mail a un indirizzo diverso, scelto dall’utente
  • Elimina: consente di eliminare dal database un messaggio senza che sia prima cestinato
  • Rifiuta: consente di bloccare la ricezione di messaggi da parte di un mittente indesiderato. Quest’ultimo, riceverà una notifica in cui sarà informato circa l’impossibilità di recapitare il messaggio, in quanto, l’indirizzo del destinatario è protetto.

Tim Mail consente la gestione della posta elettronica attraverso una modalità semplice e intuitiva. I filtri, infatti, sono un valido supporto per il controllo e l’archiviazione dei messaggi in entrata. Un modo rapido per migliorare la propria esperienza nel web e nel mondo.

Leave a Comment